Biblionova festeggia i suoi 40 anni!

gruppo_40anni

Il 31 maggio, nella splendida cornice del Nobile Collegio Chimico Farmaceutico, con vista sul Foro Romano, Biblionova ha festeggiato il suo 40° compleanno. Soci, collaboratori, committenti, colleghi si sono incontrati per brindare ad una esperienza che li ha uniti in un percorso comune di lavoro e di vita.
Ringraziamo tutti coloro che sono potuti intervenire e tutti quelli che non c’erano ma che ci hanno fatto sentire la loro vicinanza con messaggi di auguri.
Tra questi ultimi, riportiamo le parole di un socio fondatore, Fulvio Stacchetti, che raccontano gli inizi della cooperativa e testimoniano lo spirito di ieri e di oggi della Biblionova.

QUEI 19 NELLO STUDIO DEL NOTAIO GAETANO GRECO

Cominciò così, esattamente quarant’anni fa; un pomeriggio romano caldo ed assolato, alla vigilia dei Mondiali di calcio in Argentina. Nei mesi precedenti quel piccolo gruppetto di futuri “ex 285”, assemblato un po’ per caso, aveva cercato di capire cosa volesse dire costituire una cooperativa.
Questa parola riconduceva alla storia italiana del lavoro della fine del secolo precedente, quando lo stato sociale era ancora qualcosa di molto lontano e il mondo del mutualismo cooperativo suppliva in minima parte alle conquiste che le organizzazioni dei lavoratori avrebbero costruito e consolidato negli anni settanta del Novecento.
Prefettura, Lega delle cooperative, lo studio di un commercialista genitore di una nostra compagna di avventura, un avvocato amico che scrisse gratuitamente la bozza dello statuto.
Venne il giorno della prima assemblea straordinaria presso lo studio notarile che avrebbe ufficializzato la nascita di Biblionova s.c.r.l., con sede legale – ovviamente – presso l’abitazione di un’altra socia. Per molti di noi la quota sociale (30.000 lire) corrispondeva a poco meno di quello che si racimolava in un mese di lavoretti precari.
Era uno strano e diversificato amalgama umano quello che quel giorno si riuniva (Marica giunse in ritardo) : in buona parte coetaneo, distribuito lungo un arco anagrafico di una decina d’anni. Forse anche le aspettative di ciascuno non erano del tutto coincidenti, questo lo si sarebbe compreso in itinere.
A differenza di altri simili sodalizi, nati e dissolti con la legge sull’occupazione giovanile, Biblionova non si fermò e proseguì il suo percorso di impresa ; ai 19 fondatori seguì una seconda, e poi una terza generazione.
Vent’anni fa, in occasione del primo ventennale, ebbi l’occasione di soffermarmi su quello che per me era stato uno dei contributi più importanti di quel periodo : la possibilità di superare la contrapposizione tra apparato pubblico e mondo delle imprese, che da sempre storicamente caratterizza molte dinamiche del nostro paese.
Oggi, dopo altri vent’anni, giunto anche io in vista del termine del mio percorso professionale, confermo la validità di quell’esperienza che mi ha accompagnato nei quasi quarant’anni di servizio di bibliotecario pubblico. Essere nato al lavoro attraverso la cooperativa, attraverso la Biblionova, è stata una sorta di camicia che mi ha seguito quasi cucita addosso. I giorni che viviamo sembrano aver imboccato un percorso involutivo, soprattutto nel settore che più ci interessa in questa sede ; ma se crediamo nella ciclicità delle fasi storiche, è legittimo sperare che quella esperienza, così formativa per molti di noi, possa rinnovarsi con ancora maggior forza e incisività.
Auguri Biblionova, a chi c’è, a chi ci sarà, con un ricordo per chi non c’è più.

Dalla Biblioteca Riccardiana di Firenze, maggio 2018″

  • Biblionova Società Cooperativa
    Largo P. Vassalletto, 6
    00196 Roma
    Tel.: 06.3974.2906
    Fax: 06.323.2451
    Email: info@biblionova.it
    PEC: biblionova@pec.it

    Codice Fiscale: 03217650583
    Partita IVA: 01172631002
    Iscr. Trib. n° 2283/78
    C.C.I.A.A n° 428165

  • Biblionova nei social media:







    Redazione e aggiornamento del sito web a cura di Laura Ciallella e Silvia Sarti.