Storia

Biblionova nasce il 31 maggio 1978 quando 17 soci fondatori decidono di dar vita a un’avventura incentrata sulla cooperazione e sulla professionalità. Da subito Biblionova si caratterizza per il suo forte legame con il territorio, diventando un punto di riferimento stabile per le attività di catalogazione e gestione delle raccolte documentarie della Regione Lazio e di Roma in particolare.

1978
Il primo progetto al quale la cooperativa lavora consiste nella definizione e costituzione del nucleo iniziale del Centro Sistema Bibliotecario Urbano di Roma. Nello stesso anno inizia la collaborazione con la Biblioteca dell’Istituto di Archeologia e Storia dell’Arte di Roma.

1979-1988
Biblionova collabora alla realizzazione della Biblioteca comunale “Gianni Rodari” e della Biblioteca ed Emeroteca dell’Istituto per il Diritto allo Studio Universitario (IDISU). Tra i primi clienti ricordiamo anche il CONI, la Fondazione Istituto Gramsci, l’ENEA, biblioteche universitarie e di enti locali, in particolare la Biblioteca provinciale “Aldo Manuzio” di Latina per la catalogazione del Fondo di storia locale.
Nel 1988 parte il primo corso di formazione professionale on demand fatto per l’AGIP Petroli.

1989-1998
Sono gli anni della messa in rete del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) cui Biblionova è chiamata subito a partecipare tramite i suoi committenti: l’Università degli studi dell’Aquila, l’Università degli studi di Roma “La Sapienza”, il Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani, la Società geografica italiana, il Comune di Roma, l’ISTAT, la Biblioteca nazionale centrale di Roma, l’Istituto italiano per il medio ed estremo oriente, la Biblioteca statale Baldini, l’Istituto italiano per l’Africa e l’Oriente (IsIAO).
Nasce la collaborazione con alcuni clienti storici della cooperativa: è il caso della RAI, dell’ISTAT, dell’INA, della CGIL, dell’ICCU, dell’Autorità garante per la concorrenza ed il mercato.
Nel 1994 Biblionova inizia un grande progetto di conversione restrospettiva del patrimonio della Biblioteca della Pontificia Facoltà Teologica “Marianum”, inserita nella rete URBE. Da quest’anno fino al 2004 Biblionova si occupa della gestione documentale e del front office della Biblioteca dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani.
Nel 1998 Biblionova inizia la catalogazione di fondi musicali e documenti sonori per Il Conservatorio di Santa Cecilia e la Discoteca di Stato. Nello stesso anno parte il progetto di catalogazione di oltre 80.000 copioni radiofonici per la Direzione audiovideoteche della RAI.

1999-2008
Nel 2000 la cooperativa è impegnata nella catalogazione di volumi antichi digitalizzati della Biblioteca Casanatense. In questi anni entrano a far parte del portfolio la Biblioteca Apostolica Vaticana, la Banca d’Italia, il Senato, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Unione italiana ciechi, l’Accademia dei Lincei, l’INPS, il Centro nazionale per l’informatica nella pubblica amministrazione (CNIPA), il Ministero dell’Ambiente, Ministero dell’economia e delle finanze, l’Assonime, biblioteche scolastiche. Dal 2003 partecipa al Progetto Magliabechi della Biblioteca Nazionale centrale di Firenze. Da segnalare in questi anni, a fianco della consueta attività di catalogazione per biblioteche, la realizzazione dell’Archivio storico della famiglia De’ Medici di Toscana di Ottajano (XVI-XX secolo) dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza archivistica del Lazio, la revisione delle schede cartacee per il censimento delle legature medievali e del Fondo Amori per l’Istituto centrale per la Patologia del libro, la realizzazione della banca dati “Cultura gastronomica italiana” per il Consorzio BAICR. Dal 2007 al 2009 Biblionova collabora con l’ICCU alla catalogazione di 10.560 manoscritti musicali, alla digitalizzazione e creazione di metadati di 50.000 immagini tratte dai manoscritti musicali dell’archivio dell’Abbazia di Montecassino.
Nel 2004, in collaborazione con il Consorzio BAICR, nasce l’esperienza di BiblioFaD, corso di formazione online per il personale di biblioteche e centri di documentazione.

Dal 2009 ad oggi
Biblionova offre ai propri clienti un’esperienza ormai trentennale nella catalogazione e schedatura per biblioteche e archivi. Si occupa della riorganizzazione delle raccolte per l’Istituto italiano di studi germanici, la Scuola superiore della pubblica amministrazione, Unioncamere, la Biblioteca provinciale di Roma, la Camera di commercio industria agricoltura e artigianato di Roma, la Chiesa rettoria Santa Maria in Monserrato degli spagnoli, l’Ambasciata Argentina in Roma, l’Ambasciata di Angola presso la Santa sede, l’INPS, l’Assonime. Ma sono anche gli anni dei progetti di digitalizzazione, del web semantico, della multimedialità e dell’intercultura. Biblionova partecipa a progetti di digitalizzazione: prosegue il lavoro per i manoscritti musicali dell’Abbazia di Montecassino, crea un archivio digitale per l’ATER, collabora con la Biblioteca Apostolica Vaticana al progetto Fondazione Polonsky su manoscritti e incunaboli e con l’ICCU al progetto Michael. Sempre per l’ICCU la cooperativa è nella redazione web del portale www.culturaitalia.it, si occupa dell’import dei file Unimarc prodotti dai Poli. Per la Biblioteca nazionale centrale di Roma verifica i dati di Authority file nell’ambito del progetto Google.
Lavora alla riorganizzazione di materiale multimediale, come nel caso dell’archivio fotografico della Confederazione Italiana Agricoltori, dell’ormai storica attività di documentazione dei materiali audiovisivi RAI e delle raccolte dell’Istituzione Sistema delle biblioteche centri culturali del Comune di Roma.
Sempre più numerosi in questi anni i progetti di catalogazione di materiale in lingua originale tra i quali il Progetto Biblioteche del Mondo della Provincia di Roma.

  • Biblionova Società Cooperativa
    Largo P. Vassalletto, 6
    00196 Roma
    Tel.: 06.3974.2906
    Fax: 06.323.2451
    Email: info@biblionova.it
    PEC: biblionova@pec.it

    Codice Fiscale: 03217650583
    Partita IVA: 01172631002
    Iscr. Trib. n° 2283/78
    C.C.I.A.A n° 428165

  • Biblionova nei social media:







    Redazione e aggiornamento del sito web a cura di Laura Ciallella e Silvia Sarti.