Formazione online

Il prestito digitale nel sistema della biblioteca e del libro

(ONLINE)

 

Data: 28, 30 gennaio 2025   Orario: 15,00 – 17,00

Docente: Fabio Mercanti (Horizons Unlimited; BIBLAB – Laboratorio di Biblioteconomia sociale e ricerca applicata alle biblioteche della Sapienza Università di Roma)

 

Obiettivi formativi:

Il corso ha il fine di introdurre il servizio di prestito digitale bibliotecario focalizzando l’attenzione sugli aspetti teorici del servizio e su alcuni aspetti pratici. Verrà quindi definito cosa è il prestito digitale e come questo entra in relazione con il prestito “analogico” nel contesto della trasformazione digitale della biblioteca. Durante il corso saranno presi in esame i principali servizi di prestito digitale italiani pensati principalmente per le biblioteche di pubblica lettura: Rete Indaco e MLOL.

 

Alla fine del corso il partecipante sarà capace di:

  • Conoscenze: comprendere cosa è il prestito digitale, la relazione tra prestito digitale e prestito “analogico”, le diverse basi legali tra ebook e libro a stampa, le diverse basi legali per quanto riguarda il prestito di risorse tangibili e digitali.
  • Capacità: sapersi orientare tra diversi servizi di prestito digitale, diverse risorse digitali in prestito, molteplici device, formati e DRM.

 

Destinatari: Bibliotecari di biblioteche di pubblica lettura, biblioteche scolastiche, biblioteche statali, biblioteche universitarie che vogliono offrire un servizio di prestito digitale alla propria utenza o che già offrono il servizio e vogliono approfondire alcuni aspetti caratterizzanti.

 

Metodologia didattica:

Lezioni in videoconferenza su piattaforma Zoom

 

Valutazione apprendimento:

Al termine del corso sarà richiesto ai partecipanti di svolgere un’esercitazione consistente in domande a risposta multipla; il superamento della prova permetterà di ottenere l’attestato con certificazione delle conoscenze.

 

Requisiti: conoscenza di base del servizio di prestito, dei contenuti digitali (ebook, audiolibri), della lettura digitale tramite device (ereader, tablet ecc.)

 

Programma dettagliato:

28 gennaio

  • Il prestito nel sistema della biblioteca e della lettura
  • Il prestito “analogico” e il prestito digitale
  • Cosa è il prestito digitale
  • La lettura digitale: device, formati, DRM
  • Le diverse basi legali
  • Il sistema delle licenze

30 gennaio

  • I principali servizi in Italia: Rete Indaco e MLOL
  • Alcuni dati di utilizzo
  • Uno sguardo alla realtà internazionale
  • Riflessioni conclusive

 

Modalità di partecipazione:

Iscrizione obbligatoria entro il: 20 gennaio 2025

Numero massimo di partecipanti: 30

In caso di mancato raggiungimento del numero previsto di iscrizioni, il corso sarà annullato o rinviato ad altra data.

 

Compilazione modulo di iscrizione: Modulo di iscrizione

Costo: € 60,00 + IVA – sconto del 10% per studenti

Area tematica: Gestione e conservazione delle raccolte digitali

Durata: 4 ore

Qualificazione EQF (NQF Italia): 6

Tipologia: Livello intermedio

 

Library Reference Model (LRM) nelle regole catalografiche

(ONLINE)

 

Data: 18, 20, 25, 28 novembre 2024   Orario: 16.00 – 18.30

Docente: Paola Manoni (Responsabile del Coordinamento dei Servizi Informatici della Biblioteca Apostolica Vaticana)

 

Obiettivi formativi:

Il corso intende fornire ai partecipanti una lettura, quanto più semplice e guidata, dei concetti fondamentali di IFLA Library Reference Model e la loro applicazione nel panorama contemporaneo della catalografia.

Alla fine del corso il partecipante sarà capace di acquisire:

  • Conoscenze: comprensione del modello “entità-relazione” e degli elementi costitutivi di LRM.
  • Capacità: riscontro degli elementi di LRM (entità, attributi, relazioni) nelle sintassi dei metadati descrittivi.

 

Destinatari: catalogatori, bibliotecari, documentalisti

 

Metodologia didattica:

Lezioni in videoconferenza su piattaforma Zoom della durata di 2 ore e mezza. Ciascuna lezione viene suddivisa in una sezione introduttiva degli argomenti da trattare (30 minuti), una sezione di esposizione teorico-concettuale (50 minuti), una sezione pratica dei concetti teorici presentati (50 minuti), una sezione ricapitolativa e “Q&A” (Questions and Answers) per stimolare i feedback dei partecipanti (20 minuti).

 

Valutazione apprendimento:

Al termine del corso sarà richiesto ai partecipanti di svolgere un’esercitazione consistente in domande a risposta multipla; il superamento della prova permetterà di ottenere l’attestato con certificazione delle conoscenze.

 

Requisiti: conoscenza teorica o teorico/pratica della catalogazione bibliografica.

 

Programma dettagliato:

  1. Lezione: Introduzione a LRM. Il modello logico entità-relazione. La struttura dell’entità-relazione nei metadati. “Q&A” ed esempi
  2. Lezione: Classi e gerarchia delle entità. Casistiche catalografiche. “Q&A” ed esempi
  3. Lezione: Gli attributi. Casistiche catalografiche. “Q&A” ed esempi
  4. Lezione: Le relazioni. Casistiche catalografiche. “Q&A” ed esempi

 

Modalità di partecipazione:

Iscrizione obbligatoria entro il: 7 novembre

Numero massimo di partecipanti: 30

In caso di mancato raggiungimento del numero previsto di iscrizioni, il corso sarà annullato o rinviato ad altra data.

 

Compilazione modulo di iscrizione: Modulo di iscrizione

Costo: € 120,00 + IVA – sconto del 10% per studenti

Area tematica: Catalogazione

Durata: 10 ore

Qualificazione EQF (NQF Italia): 6

Tipologia: Livello intermedio

 

Dal Regolamento della Biblioteca alla Carta dei servizi

[ISCRIZIONI CHIUSE]

 

(CORSO ONLINE)

 

Date: 6; 9; 13 maggio  Orario: 15,00-17,00

Docente: Patrizia Lùperi (Formatrice accreditata e collaboratrice del Centro Ricerche “scientia Atque usus” Università di Firenze)

 

Obiettivi formativi:

Il corso avrà l’obiettivo di illustrare la nascita di questi documenti rivolti al pubblico di una biblioteca, analizzando le voci e gli standard che vi sono contenuti e costituirà una tappa iniziale per coloro che vogliono effettivamente preparare un Regolamento e/o una Carta dei servizi.

 

Alla fine del corso il partecipante sarà capace di:

 

Conoscenze: conoscere le principali metodologie organizzative dei servizi delle biblioteche pubbliche, accademiche e dei Sistemi bibliotecari

Capacità: saper leggere e interpretare un Regolamento e una Carta dei servizi, completa di voci nuove e progetti futuri. Sapere anche stendere la prima bozza sia del Regolamento che della Carta dei servizi

 

Destinatari: operatori e bibliotecari di ogni tipo di biblioteca

 

Metodologia didattica:

Lezioni in videoconferenza su piattaforma Zoom

Valutazione apprendimento:

Al termine del corso sarà richiesto ai partecipanti di svolgere un’esercitazione consistente in domande a risposta multipla; il superamento della prova permetterà di ottenere l’attestato con certificazione delle conoscenze.

Requisiti: non è richiesto alcun requisito pregresso

 

Programma dettagliato:

 

Lunedì 6 maggio:

i vari bisogni e linguaggi del pubblico di una biblioteca; la nascita del Regolamento e la sua presentazione; modifiche e nuove versioni

Giovedì 9 maggio:

dal Regolamento alla Carta dei servizi; il Manifesto Ifla per le biblioteche pubbliche; la Carta dei servizi come strumento di tutela e di partecipazione

Lunedì 13 maggio:

reclami e disservizi, suggerimenti; gli standard della Carta e gli indicatori per i singoli servizi; presentazione di nuove voci e di progetti anche triennali.

 

Modalità di partecipazione:

Iscrizione obbligatoria entro il: 24 aprile

Numero massimo di partecipanti: 30

In caso di mancato raggiungimento del numero previsto di iscrizioni, il corso sarà annullato o rinviato ad altra data.

 

Compilazione modulo di iscrizione: [ISCRIZIONI CHIUSE]

Costo: € 80,00 + IVA – sconto del 10% per studenti

Area tematica: Organizzazione e gestione dei servizi al pubblico

Durata: 6 ore

Qualificazione EQF: 6

Tipologia: Corso base

 

Dalla “carta delle collezioni” alla libertà intellettuale: per uno sviluppo delle collezioni complessivo, organico, bilanciato, continuo e consapevole

(CORSO ONLINE)

 

Date: 15, 17, 18, 19 e 22 aprile 2024   Orario: 16:00-18:00

 

Docenti: Giuliana Casartelli (Responsabile Area Biblioteca, Cultura e Politiche Giovanili Città di Olgiate Comasco – Coordinatrice del Sistema Bibliotecario dell’Ovest Como);

Francesco Giuseppe Meliti (Biblioteca universitaria Lugano – Università della Svizzera italiana)

 

Obiettivi formativi:

Lo sviluppo e la gestione delle collezioni devono essere considerati come una vera “specializzazione” in tutte le tipologie di biblioteche di qualsiasi dimensione e devono essere attuate in modo complessivo, organico, bilanciato, continuo e consapevole.

Il primo obiettivo di questo corso è quello di mettere tutte le bibliotecarie e i bibliotecari a conoscenza dei principi e dei metodi di analisi e valutazione delle collezioni, delle caratteristiche di una “carta delle collezioni” come “documento di politica documentaria” e soprattutto dell’utilità della valutazione delle collezioni nell’ottica di uno sviluppo consapevole delle raccolte e della trasparenza dell’attività della biblioteca, di modo che tutto il personale si senta coinvolto, informato e preparato al progetto di analisi e valutazione delle collezioni, ad una selezione degli acquisti e dei doni basata su una policy e sull’evidenza dei dati, ad un processo di revisione come “naturale” sbocco di quell’attività di valutazione continua e sistematica, che deve riguardare tutte le risorse, in qualsiasi formato, comprese quelle elettroniche. La valutazione delle collezioni è infatti il principale processo tramite il quale i bibliotecari e le bibliotecarie arrivano realmente a conoscere le loro collezioni.

Il secondo obiettivo è quello di far emergere come la libertà intellettuale abbia una continua applicazione in biblioteca, particolarmente nell’ambito dello sviluppo delle collezioni. L’ultima parte cercherà di realizzare un laboratorio e di discutere casi di censura che saranno sottoposti.

 

 

Alla fine del corso il partecipante sarà capace di:

 

Conoscenze: elaborare una “carta delle collezioni” articolata con chiarezza come policy di sviluppo; progettare una gestione delle collezioni indirizzata da una consapevole politica di sviluppo chiara e definita; acquisire le conoscenze di base per la gestione consapevole dell’intero ciclo di vita delle collezioni in biblioteca in tutte le sue fasi; riconoscere la libertà intellettuale come valore a fondamento della professione bibliotecaria con specifico riferimento allo sviluppo ed alla selezione delle collezioni, ivi compresi: le policies specifiche contenute nella “carta delle collezioni”, con le relative procedure, tra cui quella per la riconsiderazione dei materiali, in modo tale da difendersi dai tentativi di censura; i rischi dell’autocensura da parte degli stessi bibliotecari; la tendenza all’omologazione delle collezioni; il principio della diversità da rappresentare nelle collezioni della biblioteca.

 

Capacità: acquisire le competenze di base per redigere una “carta delle collezioni” completa di tutti i suoi elementi essenziali: il profilo della comunità di riferimento, il profilo documentario e tutti gli strumenti per definire la collection development policy; applicare i principi della libertà intellettuale nello sviluppo delle collezioni anche in base alle specifiche policies contenute nella “carta delle collezioni”; sapersi difendere dagli eventuali attacchi censori; prendere consapevolezza dei rischi dell’autocensura; rappresentare adeguatamente e difendere le diversità nelle collezioni e in biblioteca.

 

 

Destinatari:

Bibliotecarie e bibliotecari di tutte le tipologie di biblioteche

 

Metodologia didattica:

Lezioni in videoconferenza su piattaforma Zoom

 

Valutazione apprendimento:

Al termine del corso sarà richiesto ai partecipanti di svolgere un’esercitazione consistente in domande a risposta multipla; il superamento della prova permetterà di ottenere l’attestato con certificazione delle conoscenze.

 

Requisiti:

Non è richiesto alcun requisito pregresso

 

Programma dettagliato:

Giornata 1

  • Introduzione sugli aspetti teorici relativi allo sviluppo delle collezioni
  • Sviluppo delle collezioni (collection development and management) in relazione alla mission della biblioteca ed alla comunità di riferimento
  • Metodi e strumenti per l’analisi di comunità

Giornata 2

  • Metodi e strumenti di analisi e valutazione delle collezioni, con particolare attenzione al metodo Conspectus
  • Metodi e strumenti per la pianificazione, lo sviluppo e la gestione delle collezioni anche in un’ottica cooperativa

Giornata 3

  • “Carta delle collezioni” come collection development policy: definizione, scopi, contenuti, struttura, stesura, applicazione e revisione
  • Illustrazione e commento dei risultati delle analisi e delle valutazioni delle collezioni già realizzate in alcune biblioteche e della conseguente programmazione per lo sviluppo, con la relativa Carta, la sua implementazione e le successive evoluzioni

Giornata 4

  • Il “ciclo di vita” delle collezioni
  • Libertà intellettuale e censura secondo l’IFLA
  • La libertà intellettuale come elemento della carta delle collezioni e della politica di selezione e sviluppo delle collezioni
  • L’ALA e il Library Bill of Rights
  • Il dilemma tra neutralità ed advocacy
  • Il Code of Ethics dell’ALA e della ALCTS
  • L’Intellectual Freedom Manual dell’ALA e le sue policies
  • La policy per la selezione e per lo sviluppo delle collezioni
  • La continua valutazione delle collezioni
  • La policy per la riconsiderazione dei materiali
  • Le procedure di riconsiderazione

Giornata 5

  • Le forme di censura sulle collezioni
  • L’autocensura non consapevole e quella consapevole
  • Gli strumenti di selezione e il rischio di omologazione delle collezioni per pressioni commerciali
  • La diversità nelle collezioni secondo l’ALA
  • La libertà intellettuale nello sviluppo delle collezioni: un valore di equità e di giustizia sociale
  • Laboratorio di casi di censura sottoposti.

 

 

Modalità di partecipazione:

Iscrizione obbligatoria entro il: 3 aprile

Numero massimo di partecipanti: 30

In caso di mancato raggiungimento del numero previsto di iscrizioni, il corso sarà annullato o rinviato ad altra data.

 

Compilazione modulo di iscrizione: MODULO DI ISCRIZIONE

Costo: € 120,00 + IVA – sconto del 10% per studenti

Area tematica: Gestione delle raccolte

Durata: 10 ore

Qualificazione EQF (NQF Italia): 6

Tipologia: Corso base

Il prestito digitale nel sistema della biblioteca e del libro

(CORSO ONLINE)

 

Date: 6-7 marzo 2024   Orario: 15,00-17,00

Docente: Fabio Mercanti (Horizons Unlimited-MLOL DH; Collaboratore BIBLAB – Laboratorio di Biblioteconomia sociale e ricerca applicata alle biblioteche della Sapienza Università di Roma)

 

Obiettivi formativi:

Il corso ha il fine di introdurre il servizio di prestito digitale bibliotecario focalizzando l’attenzione sugli aspetti teorici del servizio e su alcuni aspetti pratici. Verrà quindi definito cosa è il prestito digitale e come questo entra in relazione con il prestito “analogico” nel contesto della trasformazione digitale della biblioteca. Durante il corso saranno presi in esame i principali servizi di prestito digitale italiani pensati principalmente per le biblioteche di pubblica lettura: Rete Indaco e MLOL.

 

Alla fine del corso il partecipante sarà capace di:

 

Conoscenze: comprendere cosa è il prestito digitale, la relazione tra prestito digitale e prestito “analogico”, le diverse basi legali tra ebook e libro a stampa, le diverse basi legali per quanto riguarda il prestito di risorse tangibili e digitali.

Capacità: sapersi orientare tra diversi servizi di prestito digitale, diverse risorse digitali in prestito, molteplici device, formati e DRM.

 

Destinatari: Bibliotecari di biblioteche di pubblica lettura, biblioteche scolastiche, biblioteche statali, biblioteche universitarie che vogliono offrire un servizio di prestito digitale alla propria utenza o che già offrono il servizio e vogliono approfondire alcuni aspetti caratterizzanti.

 

Metodologia didattica:

Lezioni in videoconferenza su piattaforma Zoom.

Valutazione apprendimento:

Al termine del corso sarà richiesto ai partecipanti di svolgere un’esercitazione consistente in domande a risposta multipla; il superamento della prova permetterà di ottenere l’attestato con certificazione delle conoscenze.

Requisiti: conoscenza di base del servizio di prestito, dei contenuti digitali (ebook, audiolibri), della lettura digitale tramite device (ereader, tablet ecc.).

 

Programma dettagliato:

6 marzo

  • Il prestito nel sistema della biblioteca e della lettura
  • Il prestito “analogico” e il prestito digitale
  • Cosa è il prestito digitale
  • La lettura digitale: device, formati, DRM
  • Le diverse basi legali
  • Il sistema delle licenze

7 marzo

  • I principali servizi in Italia: Rete Indaco e MLOL
  • Alcuni dati di utilizzo
  • Uno sguardo alla realtà internazionale
  • Riflessioni conclusive

 

Modalità di partecipazione:

Iscrizione obbligatoria entro il: ISCRIZIONI CHIUSE

Numero massimo di partecipanti: 30

In caso di mancato raggiungimento del numero previsto di iscrizioni, il corso sarà annullato o rinviato ad altra data.

 

Area tematica: Gestione e conservazione delle raccolte digitali

Durata: 4 ore

Qualificazione EQF (NQF Italia): 6

Tipologia: Livello intermedio

BibliotecheSostenibili

Formazione Biblionova: Come le biblioteche possono essere sostenibili?

Le biblioteche sono per loro stessa natura strumento di benessere e sono pertanto predisposte al cambio di paradigma e di mentalità suggerito dall’Agenda 2030.

Acquisire nuove competenze e conoscenze per la realizzazione di azioni concrete a sostegno della sostenibilità nelle biblioteche è l’obiettivo del prossimo corso di formazione online organizzato da Biblionova, in calendario per i prossimi 16, 18 e 19 ottobre.

Il corso si terrà su piattaforma Zoom dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Per iscrizioni e informazioni potete contattare la nostra Segreteria scrivendo a info@biblionova.it o chiamando lo 06.39742906.

Le biblioteche sostenibili: una sfida necessaria e un impegno all’azione

(ONLINE – ISCRIZIONI CHIUSE)

Data: 16; 18 e 19 ottobre 2023 

Orario: 16,00-18,00

Docente: Francesco Giuseppe Meliti (Bibliotecario presso la Biblioteca universitaria di Lugano – Università della Svizzera italiana)

Obiettivi formativi:

Il tema verrà affrontato attraverso l’approccio Triple Bottom Line, il “triplo bilancio” economico, ambientale e sociale applicato alle biblioteche. Le biblioteche dovrebbero realizzare attività ed azioni innovative, inquadrandole anche nei 17 obiettivi dell’ONU, come, ad esempio: sviluppo di collezioni che trattino i temi della sostenibilità, supporto al movimento dell’Open Access, per un più sostenibile accesso all’ecosistema delle pubblicazioni, e realizzazione di Open Educational Resources (Obiettivo 4); attuazione di una vera eco-literacy (Obiettivi 1, 2, 6, 11, 12,13, 14, 15, 16); allestimento di giardini ed orti didattici (Obiettivi 6, 11, 12, 13, 14, 15); gestione sostenibile delle collezioni, compresi il riciclo e riuso dei libri (Obiettivi 11,12, 13); realizzazione di eventi e attività di repair cafés (Obiettivi 8, 10, 11, 12, 13); promozione e partecipazione diretta ad una comunità energetica rinnovabile (Obiettivi 7, 8, 9, 10, 11, 13); e, non ultime, le questioni identificate come “DEI” (Diversity, Equity, and Inclusion), relative appunto a “diversità, equità e inclusione” (Obiettivi 5, 8, 10, 11), supportando in questo modo anche la “giustizia sociale” all’interno delle proprie comunità (Obiettivo 16). Infatti il nostro “pensare sostenibile” dovrebbe essere una sorta di “bussola” costantemente adoperata da tutte le tipologie di biblioteche, con una riformulazione dell’operatività quotidiana e delle scelte di sensibilizzazione, affinché le biblioteche possano essere non soltanto modelli ma anche leaders di sostenibilità, contribuendo così, con un’incorporata eco-etica (eco-ethics), alla creazione di comunità locali e globali sostenibili.

Alla fine del corso il partecipante sarà capace di acquisire:

Conoscenze: La sostenibilità come un cambio di paradigma e di mentalità nei programmi, nei servizi e nelle attività della biblioteca.

Capacità: Realizzare azioni concrete in biblioteca a supporto della sostenibilità.

                      

Destinatari: Bibliotecari/e appartenenti alle varie tipologie di biblioteche.

Metodologia didattica:

Lezioni in videoconferenza su piattaforma Zoom.

Valutazione apprendimento:

Al termine del corso sarà richiesto ai partecipanti di svolgere un’esercitazione consistente in domande a risposta multipla; il superamento della prova permetterà di ottenere l’attestato con certificazione delle conoscenze.

Requisiti: Nessun particolare requisito.

Programma dettagliato:

Lezione 1

  • La sostenibilità e la nuovissima edizione (2022) del Manifesto IFLA/UNESCO sulle biblioteche pubbliche;
  • L’impegno dell’IFLA sulla sostenibilità;
  • Le posizioni dell’ALA e la sostenibilità come uno dei “valori fondamentali” della biblioteconomia;
  • I 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’ONU dal punto di vista dell’accesso all’informazione e alla conoscenza;
  • L’accesso pubblico all’informazione in campo ambientale;
  • Lo strumento della sostenibilità Triple Bottom Line, “a triplo risultato” applicato alle biblioteche;
  • La sostenibilità economica: interna e esterna;
  • La sostenibilità economica e la filiera del libro;
  • La sostenibilità sociale esterna;
  • La sostenibilità sociale interna;
  • Sostenibilità sociale e Equità.

Lezione 2

  • La sostenibilità ambientale;
  • La green library;
  • Riduci, riusa, ripara, ricicla;
  • Orti e giardini in biblioteca;
  • Una gestione (eco-)sostenibile delle collezioni;
  • Il supporto al movimento dell’Open Access ed alle Open Educational Resources (OER) dal punto di vista della sostenibilità dell’ecosistema delle pubblicazioni, in particolare quelle accademiche;
  • L’eco-literacy come alfabetizzazione ecologica e educazione alla sostenibilità in biblioteca;
  • L’informazione ecologico-ambientale e quella relativa alla sostenibilità come strumenti della biblioteca per lo sviluppo sostenibile;
  • I rapair cafés.

Lezione 3

  • Sostenibilità, greenwhashing ed eco-etica;
  • Il pensare sostenibile come pensiero sistemico;
  • Una visione ecologica e sistemica di sostenibilità all’insegna della crescita qualitativa;
  • La conversione ecologica come crescita qualitativa della biblioteca e della sua comunità;
  • La crescita qualitativa della biblioteca in Ranganathan;
  • Le biblioteche in una prossima “economia della ciambella”;
  • Le biblioteche come “motore” anche energetico delle proprie comunità, dall’autoconsumo alle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER);
  • Un cambio di paradigma e una sfida di mentalità in biblioteca;
  • Lo sviluppo sostenibile nella modifica all’articolo 9 della Costituzione e le biblioteche, dalla tutela della cultura alla tutela dell’ambiente, degli ecosistemi e della biodiversità;
  • La collaborazione delle biblioteche con altri enti e associazioni attori della sostenibilità.

Modalità di partecipazione:

Iscrizione obbligatoria entro il: 6 ottobre 2023

Numero massimo di partecipanti: 30

In caso di mancato raggiungimento del numero previsto di iscrizioni, il corso sarà annullato o rinviato ad altra data.

Area tematica: Gestione delle raccolte; Organizzazione e gestione dei servizi al pubblico; Comunicazione (promozione e marketing).

Durata: 6 ore

Qualificazione EQF (NQF Italia): 6

Tipologia: Corso di base.

Catalogare con le REICAT: contenuti, modalità di applicazione e flussi di lavoro, casi concreti

(CORSO ONLINE – ISCRIZIONI CHIUSE)

Date: 17-18, 22-23 maggio 2023

Orario: 15.00 – 17.30

Docente: Antonella Trombone (Università degli Studi di Bari Aldo Moro).

 

Obiettivi formativi:

Attraverso l’analisi della struttura e dei contenuti delle Regole italiane di catalogazione, il corso si pone l’obiettivo di definire dei flussi di lavoro applicativi delle norme italiane, in relazione alle più comuni tipologie di pubblicazioni catalogate dai bibliotecari. È destinato a catalogatori che operano con software diversi e intende affrontare temi e casi catalografici concreti. I partecipanti devono avere una conoscenza di base degli standard di descrizione (ISBD) e delle regole italiane di catalogazione (REICAT).

 

Alla fine del corso il partecipante sarà capace di acquisire:

Conoscenze: conoscere la struttura e i contenuti delle diverse parti delle REICAT.

Capacità: comprendere le finalità e i contenuti delle diverse parti delle Regole italiane di catalogazione e applicarle per flussi di lavoro.

 

Destinatari: bibliotecari con una conoscenza di base degli standard di descrizione (ISBD) e delle regole di catalogazione (REICAT).

 

Metodologia didattica:

Lezioni in videoconferenza su piattaforma Zoom.

  

Valutazione apprendimento:

Al termine del corso sarà richiesto ai partecipanti di svolgere un’esercitazione consistente in domande a risposta multipla; il superamento della prova permetterà di ottenere l’attestato con certificazione delle conoscenze.

 

Requisiti: conoscenza di base degli standard di descrizione (ISBD) e delle regole di catalogazione (REICAT).

 

Programma dettagliato:

DESCRIZIONE BIBLIOGRAFICA

  • Impostazione generale e struttura delle nuove Regole italiane di catalogazione;
  • norme generali e criteri di descrizione (Introduzione e Parte I delle nuove Regole, cap. 1-3);
  • le innovazioni nell’ambito della descrizione bibliografica (Parte I, cap. 4);
  • descrizione di pubblicazioni in più parti e di documenti non pubblicati, informazioni sull’esemplare (Parte I, cap. 5-7).

OPERE, ESPRESSIONI, RESPONSABILITÀ

  • Le opere e i titoli uniformi (Parte II, cap. 8-13);
  • le responsabilità: norme generali (Parte III, cap. 14 e cap. 17);
  • le intestazioni uniformi per le persone (Parte III, cap. 15)

RESPONSABILITÀ (2a parte);

  • Le intestazioni uniformi per gli enti (Parte III, cap. 16)
  • Esercitazioni

 

Modalità di partecipazione:
Iscrizione obbligatoria entro il: 9 maggio – ISCRIZIONI CHIUSE PER RAGGIUNGIMENTO MASSIMO DI PARTECIPANTI
Numero massimo di partecipanti: 30
In caso di mancato raggiungimento del numero previsto di iscrizioni, il corso sarà annullato o
rinviato ad altra data.

 

 

Area tematica: Catalogazione

Durata: 10 ore

Qualificazione EQF (NQF Italia): 6

Tipologia: Corso di base

PAdigitaleOttobre2022

PA digitale e il ruolo delle biblioteche – Formazione Biblionova

Nel processo di transizione digitale della Pubblica Amministrazione le biblioteche, soprattutto quelle di pubblica lettura, più vicine al cittadino, sono chiamate a svolgere un ruolo importante di informazione agli utenti e di erogazione di nuovi servizi.

Per progettare e organizzare tali servizi è necessario che il bibliotecario conosca le caratteristiche e le potenzialità delle nuove tecnologie e acquisisca le competenze necessarie a governare la trasformazione digitale da vari punti di vista: organizzativo, gestionale e tecnologico.

Questi sono gli obiettivi per prossimo corso di formazione online organizzato da Biblionova, in calendario per i prossimi 3 e 4 ottobre. Il corso si terrà su piattaforma Zoom dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Per iscrizioni e informazioni potete contattare la nostra Segreteria scrivendo a info@biblionova.it o chiamando lo 06.39742906.

Progettazione Biblioteche Corsi online

La progettazione culturale per le biblioteche – Formazione Biblionova

Potremmo dire con una certa sicurezza che lavorare per progetti sia diventato, ormai da anni, croce e delizia di tutti noi bibliotecari?

Se da una parte sono tante le opportunità che vengono offerte alle istituzioni culturali da finanziamenti pubblici e privati, è anche vero che, per ottimizzare queste risorse e non esserne travolti, è indispensabile acquisire conoscenze e competenze nuove.

La progettazione ci ha insegnato una logica rigorosa basata sulla programmazione, la verifica e la rendicontazione, in un processo che parte dalla formulazione dell’idea, e che, passando per il planning e la valutazione di tutte le fasi progettuali termina con la comunicazione dei risultati.
Inoltre, in un’ottica di sostenibilità, i dati della valutazione sono utilizzati ai fini della progettazione di nuovi servizi e attività.

Conoscere e saper applicare le metodologie di progettazione, comunicazione e valutazione e costruire un progetto culturale per il palinsesto della biblioteca è l’obiettivo del prossimo corso di formazione online organizzato da Biblionova, con la docenza di Cecilia Cognigni, Responsabile Area Servizi al pubblico, Attività culturali, Qualità e Sviluppo delle Biblioteche civiche torinesi.

Il corso si terrà su piattaforma Zoom il 2, 3 e 4 maggio, dalle ore 17 alle ore 19.

Per iscrizioni e informazioni potete contattare la nostra Segreteria scrivendo a info@biblionova.it o chiamandoci allo 06.39742906.

  • Biblionova Società Cooperativa
    Piazza Antonio Mancini, 4
    00196 Roma
    Tel.: 06.3974.2906
    Fax: 06.323.2451
    Email: info@biblionova.it
    PEC: biblionova@pec.it

    Codice Fiscale: 03217650583
    Partita IVA: 01172631002
    Iscr. Trib. n° 2283/78
    C.C.I.A.A n° 428165

  • Biblionova nei social media:







    Redazione e aggiornamento del sito web a cura di Laura Ciallella e Silvia Sarti.