News

62090289_2217594788570944_4793132031447924736_n

Professione Archivista: un seminario sull’evoluzione di una figura professionale

L’ANAI Lazio in collaborazione con l’Archivio Centrale dello Stato, organizza il Seminario “Provocazioni su un mondo che cambia. L’Archivista: una figura da declinare”, con l’obiettivo di promuovere la conoscenza di norme, processi e strumenti che negli ultimi anni hanno contribuito a delineare in maniera più stabile la figura professionale dell’archivista contemporaneo.

Questo il comunicato che accompagna il ricco programma di lavori della giornata:

«L’archivista non lavora più negli scantinati: è salito ai piani alti, disegna modelli e strategie documentali, coordina flussi, coadiuva i processi decisionali. In breve, governa una componente fondamentale del sistema informativo dell’ente. Talora sale anche più in alto, sul cloud, dove è chiamato a far interagire diversi repository secondo precisi modelli e policy documentarie». Questa giornata seminariale ha un duplice obiettivo: promuovere la conoscenza di norme, processi e strumenti che negli ultimi anni – fino alle recentissime evoluzioni di questi giorni – hanno contribuito a delineare in maniera più stabile la figura professionale dell’archivista; e presentare alcune delle tante voci di coloro che operano nel variegato universo documentale e che agiscono su una materia multiforme svolgendo molteplici attività ibride. Tale varietà compone la figura caleidoscopica dell’archivista o è il segnale di una frantumazione della figura professionale?

L’appuntamento è per il 18 giugno, dalle ore 11, presso l’Archivio Centrale dello Stato, Piazzale deli Archivi 27, Roma.

La partecipazione è libera e gratuita e l’iscrizione è gradita ma non obbligatoria.

Sarà possibile seguire il seminario anche in streaming collegandosi al seguente link:

https://www.youtube.com/watch?v=HnY9TUz2IsE  

Trovate tutti gli aggiornamenti sull’evento Facebook o sulla pagina web dedicata.

466f3c1d9e51040a28a5fb6a6eb7c518549b5e51_1920_1280

#LACULTURAFAIMPRESA: Seconda Conferenza Nazionale dell’Impresa Culturale

Cultura, patrimonio e attività culturali quali elementi fondamentali per lo sviluppo sostenibile di territori e comunità, questo il focus della Seconda Conferenza Nazionale dell’Impresa Culturale in programma giovedì 13 giugno a Roma a Palazzo Merulana.

L’appuntamento, promosso da Federculture, AGIS, Alleanza delle Cooperative Italiane Turismo e Beni culturali e Forum Nazionale del Terzo Settore, prosegue l’esperienza del 2017 a L’Aquila e rappresenta un’occasione di confronto sul tema della gestione dei beni e delle attività culturali nell’ottica di una “impresa culturale” la quale, pur nel conseguimento dell’interesse pubblico dell’accessibilità dei cittadini alla cultura, opera con obiettivi di sostenibilità, efficienza, sviluppo.

Le imprese culturali (circa 3.000 con circa 130.000 lavoratori e che generano valore per circa 6 miliardi di euro) rappresentano una “infrastruttura” fondamentale per creare benessere in maniera diretta, incidendo sull’innovazione sociale e generando occupazione di qualità, in specie giovanile.

I lavori della giornata, saranno organizzati in due tavoli di lavoro dedicati a: Impresa Culturale come veicolo di sviluppo e coesione e Impresa Culturale: lavoro e cittadinanza attiva.

La Conferenza sarà aperta dall’intervento del Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli.

Collegata ai temi e ai contenuti della Conferenza, il 12 giugno (ore 18.30, Palazzo Merulana) si svolgerà la premiazione dei Vincitori della IX edizione del Premio Cultura di Gestione.

62439452_2073860852723711_1230946174018519040_n

 

Biblionova 31 maggio 2018

Compleanno Biblionova: quaranta più uno!

Quaranta più uno! Mentre è ancora vivo il piacevole ricordo della festa per i quaranta anni dello scorso anno, passata tra soci, collaboratori, colleghi e amici di sempre nel cuore di Roma, città alla quale siamo legati per nascita e per professione, ci rendiamo conto che un altro anno è trascorso. Un anno come tanti altri, pieno di impegni, successi e sconfitte, soddisfazioni e arrabbiature, vissuto con la solita composta frenesia che ci contraddistingue.
Lavori da iniziare, lavori da chiudere, progetti da scrivere, tante relazioni interpersonali, corsi da seguire, tante, tantissime ore al computer, tra carte d’archivio, fotografie, libri antichi e moderni, manoscritti, file e tante ore di servizio all’utenza.

Un grazie particolare lo rivolgiamo a noi stessi, a tutti i collaboratori e i soci che hanno lavorato con Biblionova durante quest’anno, con spirito di cooperazione e professionalità!

 

P.S. Durante quest’anno si è “parlato di noi” in occasioni che ci hanno fatto molto piacere e che vi riproponiamo di seguito:

Intervista a Marta De Paolis su Archivoz (intervista di Marta Pavón a Marta De Paolis, presidente Biblionova)

Video di Giovanni Solimine sui 40 anni di Biblionova (video di auguri del prof. Giovanni Solimine)

Si parla di Biblionova su Biblioteche Oggi! (articolo di Silvia Ortolani su Biblioteche Oggi, Vol 36, 2018)

Biblionova festeggia i suoi 40 anni! (con una lettera di Fulvio Stacchetti)

invito_popapp3

Pop-app: libri animati in mostra a Roma e a Torino

Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati è il titolo della mostra curata dal professor Gianfranco Crupi e dal Presidente della Fondazione Tancredi Barolo di Torino Pompeo Vagliani.

La mostra, inaugurata l’8 maggio scorso contemporaneamente a Roma e a Torino ed aperta al pubblico fino al 30 giugno, è un viaggio nella storia del libro animato, dal libro antico (libri di astronomia, di astrologia, “di sorti”, di medicina, di architettura, di geometria) fino ai libri moderni di carattere ludico-didattico dell’Otto-Novecento destinati all’infanzia, includendo alcuni esempi contemporanei e i collegamenti con le tecnologie digitali.

Le esposizioni di Roma e Torino, rientrano in un progetto più ampio, nato dall’idea iniziale del prof. Gianfranco Crupi e del Presidente della Fondazione Tancredi Barolo di Torino, Pompeo Vagliani, i quali hanno dato l’avvio nel 2016 ad un confronto di iniziative promosse dall’Università di Roma La Sapienza e dalla Fondazione stessa.

Le due esposizioni, partendo da presupposti e obiettivi comuni, offrono percorsi complementari:
la mostra di Roma è focalizzata sulla storia del libro animato antico e delle sue applicazioni scientifiche; quella di Torino è più aperta alle implicazioni moderne e alla rappresentazione delle diverse espressioni dell’inventiva cartotecnica.

Il Progetto Pop-app ha come obiettivo di evidenziare le potenzialità artistiche, creative, educative dei libri animati e i loro legami con le tecnologie e le applicazioni digitali.

Nell’ambito del progetto, sono previste le seguenti attività:

  • Doppia mostra a Roma, presso Istituto Centrale per la Grafica, e a Torino, presso Palazzo Barolo – MUSLI
  • Pubblicazione scientifica con una raccolta di saggi critici contestuale alla mostra
  • Incontri, laboratori, presentazioni e percorsi didattici
  • Convegno internazionale di studi
  • Avvio di POP-APP. Centro studi interdisciplinare di studio e promozione del libro interattivo

Il progetto e il volume con i contributi scientifici, edito dalla Fondazione, è stato presentato al Salone del Libro di Torino venerdì 10 maggio 2019.

Per saperne di più…

Segnaliamo un articolo del professor Giancfranco Crupi uscito su JLIS.it  – Vol. 10, No. 2 (2019)

Rassegna stampa dell’evento:

pop up dei libri, precursori delle app per gli smartphone (La Stampa7 mag 2019)

“Pop-App”, libri animati in mostra a Roma – RadioSapienza (www.radiosapienza.net -8 maggio 2019)

Dalla carta alle app, a Palazzo Barolo (Agenzia ANSA8 mag 2019)

PopApp: a Torino una mostra racconta i libri animati per l’infanzia, tra … (mentelocale.it9 mag 2019)

L’incanto infinito dei libri animati (Il Sole 24 ore – 16 maggio 2019)

SEDE DI ROMA

Roma, Museo dell’Istituto centrale per la grafica, via della Stamperia 6

 

Date di apertura della mostra

8 maggio – 30 giugno 2019

 

Giorni e orari 

lunedì – venerdì ore 9,00 – 19,00

sabato – domenica ore 9,00 – 14,00

 

Ingresso libero

 

SEDE DI TORINO

Palazzo Barolo – MUSLI
Via Corte d’Appello 20/C – Torino

 

Date di apertura della mostra

8 maggio – 30 giugno 2019

 

Giorni e orari 

martedì – venerdì: 10.00-12.30; 15.00-17.30
sabato e domenica: 15.00 – 18.30
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.

 

Ingresso al Percorso Libro del MUSLI (comprensivo di visita guidata alla mostra): € 6,00. Gratuito per bambini sotto gli 11 anni di età, visitatori con disabilità e possessori di Tessera Abbonamento Musei

Per scolaresche e gruppi è richiesta la prenotazione contattando il Coordinamento Attività Didattiche: didattica@fondazionetancredidibarolo.com; 011 19784944

 

IAW2019

International Archives Week 2019 #IAW2019

Una settimana dedicata agli archivi dal 3 al 9 giugno 2019, lanciata dall’International Council on Archives con tema Designing the Archives in the 21st Century. L’evento vuole dare voce ai professionisti del settore, archivisti, record manager e data and information manager, cercando di indagare su come la professione possa offrire opportunità per approcci di progettazione centrati sull’uomo, garantendo benefici ai cittadini, ai clienti, agli stakeholder e alle comunità.

Questo l’appello dell’International Council on Archives “Dalla carta al digitale, come stai progettando i tuoi archivi per il 21° secolo? Lanciamo una sfida su ciò che la gente pensa che noi facciamo! Aiutaci a dire al mondo quali sono gli archivi del 21° secolo!

Ricco il calendario delle iniziative previste in Italia durante questa settimana, consultabile sul sito de Il Mondo degli Archivi che ha dedicato all’evento una rubrica speciale.

Eventi #IAW2019 in programma:

Archivi e modernità: nuove prospettive di ricerca – Pisa 3 e 4 giugno 2019 #IAW2019

Il poeta Umberto Piersanti testimonial a Civitanova Marche per l’International Archives Week” #IAW2019

La Pigna e il Leone. Viaggio nell’evoluzione del Palazzo Comunale di Ravenna #IAW2019

Alla ricerca dei nostri antenati – Genova 4 giugno #IAW2019

La costruzione del ponte di Felisio tra Faenza e Solarolo – Solarolo 6 giugno #IAW2019

Dal documento alla narrazione – Firenze 6 e 13 giugno #IAW2019

Il territorio Caetani: mappe e carte – Roma 6 giugno #IAW2019

Archivi e unicità: la non convenzionale realtà delle fanzine – Forlì 8 e 9 giugno #IAW2019

Archiviamente aperti. Le stanze della memoria: scorci e stimoli dalle “carte morte” – Civitanova Marche 8 e 9 Giugno #IAW 2019

Nuovamente sul Breve: diritti delle donne e Santa Maria di mezo gosto – Iglesias 7 giugno #IAW2019

Tra Archivi e Storia. Scritti dedicati ad Alessandra Contini Bonacossi – Siena 5 giugno #IAW2019

Archiviare per comunicare: strumenti, luoghi e forme di accesso alle fonti in epoca digitale – Potenza 6 giugno #IAW2019

Le settimana internazionale degli archivi in Piemonte #IAW2019

Aperti al MAB – Musei archivi e biblioteche ecclesiastici propongono una settimana di eventi in tutta Italia – #IAW2019

Locandina 32° Salone libro Torino

32° Salone internazionale del libro di Torino: il gioco del mondo

Il gioco del mondo, romanzo pubblicato da Julio Cortázar nel 1963, è stato eletto a titolo e tema della 32° edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma dal 9 al 13 maggio.
Il titolo originale dell’opera, la Rayuela, è il gioco della campana, gioco di confini labili, disegnati con il gesso che continuamente si superano e oltrepassano lanciando un sassolino; allo stesso modo, la cultura “non contempla frontiere o linee divisorie, la cultura i confini li salta. Supera divisioni, frantuma muri, balza dall’altra parte”. Queste le suggestioni che gli organizzatori della fiera intendono lanciare ai partecipanti: ancora una volta, come già era accaduto alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna, i libri e la lettura sono visti come ponti, strumenti di dialogo e di passaggio.
Ricchissimo, come sempre, il calendario dei 5 giorni, che avrà come Regione ospite le Marche e come Ospite d’onore la città di Sharjah, negli Emirati Arabi, nominata dall’UNESCO Capitale Mondiale del libro 2019.

Impossibile offrire una selezione degli appuntamenti di maggiore interesse, sono veramente tantissimi.
Rimandiamo al programma generale che è stato suddiviso in percorsi significativi, che ci soffermiamo ad elencare evidenziandone solo alcuni di quelli che ci sembrano più suggestivi:

Anime arabe; Bookstock Village; Book to screen; Democrazia allo specchio; Educare alla lettura; Europa anno zero; Festa mobile; Festa mobile Salone off; Giallonoir; Il mondo a figure; Il mondo: ma che razza di gioco è?; Il primo passo; Il tempo ritrovato; L’Autoreinvisibile; Le lingue in cui viviamo; L’età ibrida; Libreria della poesia; Marche Regione ospite; I mestieri del libro; Mondi immaginari; Paesaggio italiano; Piccoli lettori; Pop cult; Proposte degli espositori; Questo è un uomo; Racconti di sport; RAI; S.A.G.A.; Salone off; Scrittori dal mondo; Solo noi stesse; Spagnolo lingua ospite; Spazio Piemonte; Spazio Torino; Voltapagina.

 

 

PistoiaGruppo

La Biblioteca San Giorgio di Pistoia “vista da noi”

Invidiabile, Eccezionale, Integrata (perfettamente nel tessuto sociale che la circonda), Innovativa e Solidale, Accogliente, Completa, Coinvolgente, Luminosa, Partecipativa, Entusiasmante, Organizzata e Attenta.

Questi sono gli aggettivi che abbiamo attribuito a caldo alla Biblioteca San Giorgio di Pistoia, dopo la nostra visita di sabato 13 aprile.

La Biblioteca, oggi diretta da Maria Stella Rasetti, è stata inaugurata il 23 aprile 2007 nell’area delle ex Officine San Giorgio della società Breda.
Ad accompagnare il gruppo Biblionova durante la mattinata è stata la collega Cristina Bambini, che conosciamo da tempo e che non si è risparmiata nel fornirci informazioni e nel rispondere a tutte le nostre domande.

Tantissime le cose che ci hanno colpito: la rumorosa vivacità dello spazio per i piccolissimi, impegnati con i loro genitori nell’attività Lettura piccina lettura bambina; il rapporto di mutualità con gli Amici della San Giorgio e la capacità di fare veramente rete con il territorio nel rispetto reciproco dei ruoli; l’attenzione verso le necessità della propria comunità e il servizio del Librobus, che porta le persone anziane da casa in biblioteca; le opere d’arte collocate negli spazi della biblioteca, bellissimo Il Grande Carico di Ansel Kiefer, che domina la parete di fondo della sala di lettura dei Dipartimenti; l’American Corner di YouLab, un progetto nato dalla collaborazione tra l’Ambasciata USA in Italia, e la Biblioteca San Giorgio di Pistoia, con lo scopo di creare un centro di innovazione digitale aperto al pubblico; le sale cinema; le attività di gaming.

Originale anche la scelta delle sezioni di collocazione, come, ad esempio, EV Eventi della Vita; PN Passeggiate Narrative; SNT Saperi Nomadi Saperi nel Tempo.

La struttura circolare, dalla quale si irradiano le diverse sale, e l’accessibilità degli spazi, mettono a proprio agio l’utente già all’entrata: anche a noi è risultato immediatamente chiaro come potersi muovere.

Infine all’ingresso abbiamo trovato il Doggy Bar, due ciotole per rifocillare gli animali da compagnia che in San Giorgio, grazie alla lungimiranza della legge regionale, possono entrare!

Abbiamo sicuramente dimenticato qualcosa… il consiglio è di programmare una giornata a Pistoia e di fare un salto in biblioteca.

Un grazie speciale a Cristina Bambini, guida instancabile, e alla sua collega Tatiana Wakefield, che hanno reso la nostra visita speciale!

biblionova_bibliofad-1

BiblioFaD 2019: iscrizioni alla nona edizione

Sono ancora aperte le iscrizioni alla nona edizione del nostro corso online per operatori di biblioteca e centri di documentazione: la piattaforma è stata aperta ai partecipanti il 28 marzo 2019, ma sarà possibile iscriversi fino alla fine del mese di maggio.
BiblioFaD è il corso di formazione a distanza studiato da BAICR e Biblionova per tutti coloro che intendono acquisire le coordinate essenziali per lavorare nelle biblioteche e nei centri di documentazione.
Il corso è articolato in quattro moduli didattici di cui tre online e uno in presenza, della durata complessiva di nove mesi.

Il collegamento online degli iscritti avviene attraverso una piattaforma interattiva ampiamente sperimentata e rispondente agli standard di qualità.

All’alba della nona edizione 2019 il bilancio di BiblioFaD è più che positivo ed è testimonianza di un lavoro di qualità costante nel tempo che ha coperto tutta l’Italia  e che si è rivelato anche un utile strumento di formazione e aggiornamento professionale per il personale interno.
Nove edizioni in 15 anni, oltre 200 iscritti provenienti da 19 regioni italiane diverse (aspettiamo il primo iscritto anche dalla Valle D’Aosta e abbiamo l’Italia al completo!), 32 soci e collaboratori Biblionova partecipanti, numeri che nelle varie edizioni hanno registrato un leggero ma costante aumento.

bibliofad_grafico2

 

Sulla pagina dedicata a BiblioFaD all’interno del nostro sito trovate il modulo d’iscrizione, una brochure informativa e tutti gli elementi necessari per capire se BiblioFaD è il corso adeguato alle vostre esigenze.

La nostra segreteria è a vostra disposizione e potete contattarla scrivendo a segreteria.bibliofad@biblionova.it o telefonando allo 06.3974.2906. Vi ricordiamo che le iscrizioni resteranno aperte fino al mese di maggio!

Video di presentazione di BiblioFaD, corso di formazione online per operatori di biblioteca e centri di documentazione, in cui il direttore scientifico, prof. Gianfranco Crupi, illustra il corso e augura buon lavoro ai partecipanti.

LibriPonti

Fiera del Libro per ragazzi di Bologna 2019: i libri sono ponti!

Si è chiusa la 56. edizione della Fiera del Libro per ragazzi di Bologna, appuntamento imperdibile per i professionisti del settore e gli amanti della letteratura per l’infanzia.
Siamo stati tre giorni in fiera: abbiamo partecipato a conferenze, incontrato autori e illustratori, abbiamo visto gli stand di editori nazionali e internazionali, grandissimi e piccolissimi, ci siamo confrontati con i colleghi bibliotecari che si occupano di biblioteche per ragazzi.

I libri sono ponti: questo il messaggio forte, il filo rosso che ci ha guidati durante tutta la 56. edizione.

 

Tra i numerosi eventi in calendario, abbiamo seguito:

LA BIBLIOTECA SCOLASTICA DOPO L’AZIONE #24 DEL PNSD: Stato dell’arte e uso delle risorse digitali

Premio Andersen 38: i libri finalisti del riconoscimento italiano ai libri per ragazzi 2019

Un ponte di libri. La straordinaria avventura di Jella Lepman

Il vento dei venti: vent’anni con NpL

TODDLERS. The Very First Books for Absolute Beginners

La nuova edizione delle Linee Guida IFLA per i servizi bibliotecari per ragazzi

Conversare a disegni. Sergio Ruzzier e Alessandro Sanna

Silent book. I libri senza parole come strumento di accoglienza

Il Diritto di Leggere Classico

L’appuntamento con la Bologna Children’s Book Fair è dal 30 marzo al 2 aprile 2020!!!

BCBF2020
ScaffaleCircolante

Una giornata in visita alla Biblioteca Lazzerini di Prato

Venerdì 29 marzo, una piccola delegazione Biblionova è partita alle 6.50 dalla Stazione Termini direzione Prato centrale, per seguire un convegno dal titolo promettente: “Biblioteche e intercultura: verso quali orizzonti?”. All’evento era stata invitata la nostra socia, Valeria Vagnoli la quale, per conto di Biblionova e in collaborazione con Keidos, sta facendo formazione e offrendo consulenza catalografica all’interno del progetto di catalogazione in Koha dello Scaffale circolante del Polo regionale di documentazione interculturale della Regione Toscana.

La mattinata è passata in un piacevole confronto tra 4 diverse realtà italiane: la Biblioteca Lazzerini di Prato, la Biblioteca civica “Antonio Delfini” di Modena, il Servizio Intercultura dell’Istituzione Biblioteche di Roma e le Biblioteche civiche di Torino.
Ogni intervento ha messo in evidenza professionalità, passione e sensibilità degli operatori, coordinati dalla vivace e illuminata presenza del Professor Adel Jabbar, sociologo delle migrazioni e dei processi interculturali. Dal confronto sono emersi alcuni aspetti e criticità comuni: il generale calo nel movimento dei prestiti, la necessità di formare il personale bibliotecario destinato al front office, la difficoltà nella selezione degli acquisti, la necessità di investire soprattutto nei bambini e nelle attività in collaborazione con le scuole.

Conclusi i lavori, le bibliotecarie della Lazzerini, ci hanno gentilmente accompagnate in visita alla Biblioteca.
E’ stato affascinante percorrere gli ampi spazi della Lazzerini, vera e propria biblioteca della città, un luogo che mantiene la promessa del suo slogan “Da fabbrica tessile a fabbrica della cultura”.
Impressionanti i numeri (statistiche 2018):

  • oltre 270.000 documenti
  • 564 postazioni
  • 933 ingressi in Biblioteca
  • 642 prestiti

E poi il dato forse più significativo: 326 giorni di apertura annuale, 79 ore medie di apertura settimanale con l’apertura del lunedì mattina e le aperture continuate della domenica.

Ringraziamo di cuore tutte le colleghe che hanno reso questa giornata ricca di suggestioni e idee, come lo sono tutti i confronti!

  • Biblionova Società Cooperativa
    Largo P. Vassalletto, 6
    00196 Roma
    Tel.: 06.3974.2906
    Fax: 06.323.2451
    Email: info@biblionova.it
    PEC: biblionova@pec.it

    Codice Fiscale: 03217650583
    Partita IVA: 01172631002
    Iscr. Trib. n° 2283/78
    C.C.I.A.A n° 428165

  • Biblionova nei social media:







    Redazione e aggiornamento del sito web a cura di Laura Ciallella e Silvia Sarti.